Qualora vi trovaste coinvolti in un incidente stradale per colpa altrui non fatevi prendere dal panico e agite con cautela riflettendo accuratamente su tutte le procedure da seguire. Infatti, per rendere più semplici e veloci le procedure risarcitorie, è di fondamentale importanza denunciare tempestivamente il sinistro alla vostra assicurazione,  trasmettendo o consegnando a mano la denuncia di sinistro da voi e da controparte redatta nel più completo ed esaustivo modo possibile, prestando molta attenzione nel compilare ogni voce presente nel modulo blu, compresa l’indicazione sugli eventuali feriti o danneggiati.

Se controparte si rifiuta di procedere alla redazione del modulo blu (perché contesta quanto avvenuto) e avete subito un danno, chiamate le forze dell’ordine e non spostate assolutamente la macchina o il motociclo dal luogo in cui si trova.

Le forze dell’ordine, una volta intervenute, redigeranno un apposito verbale di incidente stradale in cui inseriranno i dati delle parti, le eventuali dichiarazioni delle stesse e poi procederanno - se il caso lo prevede - anche agli appositi accertamenti.

Tale verbale verrà a voi consegnato e sarà vostra cura trasmetterlo alla vostra assicurazione insieme ad una ulteriore dichiarazione da voi redatta in carta semplice, datata e sottoscritta, in cui fornite la vostra versione dei fatti.

 

 

Qualora siate rimasti feriti, è consigliabile trasmettere alla vostra assicurazione anche i certificati medici rilasciati al pronto soccorso attestanti, per l’appunto, il danno da voi subito.
A questo punto vi converrà nominare un difensore che prenda le vostre veci e tuteli i vostri diritti con la vostra assicurazione.

Si precisa, infatti, che nel caso in cui abbiate subito una microlesione (fino a 9 punti di invalidità permanete) il vostro danno, ovviamente qualora abbiate ragione, verrà risarcito dalla vostra compagnia di assicurazione.

Quest'ultima, se non vi farete assistere da nessuno, deciderà unilateralmente (chiaramente a seguito di visita medico legale effettuata da un loro medico di fiducia) a quanto ammonta il vostro danno e il relativo risarcimento: tale procedura è detta di indennizzo diretto.

Se invece vi farete assistere da qualcuno (nella fattispecie, è consigliabile uno studio legale esperto in diritto delle assicurazioni e responsabilità civile), la vostra pretesa risarcitoria verrà dallo stesso perorata e il vostro risarcimento non verrà più deciso in maniera unilaterale ma verrà con molta probabilità concordato con il vostro difensore, che a sua volta vi avrà fatto visitare da un medico legale di sua fiducia, le cui competenze saranno rimborsate - assieme a tutte le spese mediche da voi sostenute - dalla vostra assicurazione.

Invitiamo tutti i visitatori di questo portale ad associarsi tramite l'apposito form telematico, per fruire dei servizi messi a disposizione dalla nostra Sede Legale, o contattarci alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 


Contatta l'esperto